top of page

SCOL'AIR-FR 2021-2023

Il progetto SCOL'AIR-FR si propone di studiare le questioni multifattoriali associate alla qualità dell'aria nelle scuole primarie, al fine di supportare gli attori coinvolti nella gestione di questo problema, garantire condizioni di apprendimento ottimali per i bambini, assicurare la sostenibilità dell'edificio e ridurre i rischi per la salute. Al di là dell'identificazione dei problemi, SCOL'AIR-FR si concentra sulle raccomandazioni tecniche e d'uso da apportare agli edifici e ai loro occupanti per garantire condizioni di salute e comfort ottimali, adattate all'ambiente e alla natura dei problemi riscontrati e ne valuta gli effetti in una campagna pilota.


Per raggiungere questi obiettivi, SCOL’AIR-FR :

- Misura e valuta le condizioni iniziali da un punto di vista sanitario e tecnico, nonché i loro effetti sull'apprendimento e sul benessere degli occupanti.

- Identifica i problemi e ne traccia l'origine.

- Fornisce soluzioni appropriate ed efficaci.

- Misura i benefici di questi cambiamenti sulla qualità globale dell'aria interna e sugli occupanti stessi.


Dei 99 distretti scolastici del Cantone di Friburgo, sono state selezionate 24 scuole. Metà di queste sono dotate di sistemi di ventilazione meccanica e l'altra metà si affida alla ventilazione tramite l'apertura manuale delle finestre. La loro distribuzione nel cantone tiene conto delle caratteristiche geografiche e culturali del cantone. In ogni scuola, due aule e un punto esterno vengono misurati più volte nel corso di una settimana durante il periodo del progetto.


Durante il progetto si svolgeranno quattro campagne di misurazione per avere un quadro il più possibile completo della situazione in queste scuole a seconda delle stagioni, ma anche prima e dopo l'intervento, al fine di migliorare la qualità dell'aria interna. I parametri misurati sono i seguenti: CO2, composti organici e aldeidi, particelle ultra fini, radon, temperatura e umidità.


Questo progetto è realizzato dal Centro sulla qualità dell'aria interna della Svizzera romanda (CROQAIR) della Haute école d'ingénierie et d'architecture de Fribourg (HEIA-FR) insieme ai partner dell'Osservatorio romando e ticinese sulla qualità dell'aria interna (ORTQAI) e finanziato dal fondo di ricerca SLL dell'HEAI-FR, dall'UFSP e dal Cantone di Friburgo (SEN e SdE). Si spera che il protocollo friburghese possa essere esportato negli altri cantoni della Svizzera francese e in Ticino.


Articolo



30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page